Autenticità: tutta una questione di coraggio

 

Cosa si intende al giorno d’oggi con la parola autenticità? Si avvicina all’essere spontanei?

 

Se consideriamo l’autenticità come la conoscenza di sé e l’espressione di una parte di noi stessi al mondo senza maschere, allora i due termini si avvicinano notevolmente. In un’epoca in cui ognuno di noi ha la possibilità di costruirsi una vetrina, un’immagine estremamente pubblica, come quella offerta dai social network, l’autenticità è un’attitudine vincente?

 

 

 

Cerchiamo una definizione

Come definiamo quindi l’autenticità?  Comunicare senza filtri? Dire tutto di sè?

Questo approccio mette l’accento sull’autenticità come atteggiamento rivolto all’esterno, di ciò che comunichiamo volontariamente al mondo. Essere autentici però è prima di tutto un atteggiamento interiore e fa riferimento alla profonda conoscenza di se stessi: all’accettazione di luci e ombre, senza maschere e senza giustificazioni.
Diventare autentici è quindi un percorso, più difficile di quanto si possa pensare, perché siamo spesso prodighi di giustificazioni per quei comportamenti che non quadrano spesso con l’opinione che si ha di se stessi.
Siamo quindi giunti a questo significato interno e profondo di accettazione, ovvero comprendere i propri limiti e i propri punti di forza, che ha però delle conseguenze profonde:

  • Esporsi agli altri in modo consapevole.
  • Non aver paura del rifiuto degli altri.
  • Maggiore tranquillità nell’esprimere emozioni e pensieri.

Il tutto si può riassumere nella capacità di poter esprimersi liberamente senza dipendere dall’approvazione altrui, dato che abbiamo già accettato queste parti di NOI!

 

 

Una via verso il cambiamento 

Spesso viene avvertito un desiderio di essere differenti, di cambiare qualcosa sia in termini materiali, sia in termini caratteriali, ma per qualche motivo non ci si riesce.

L’autenticità si inserisce in questo percorso di cambiamento, come risorsa importante.
Infatti, per cambiare è fondamentale:

  • accettare i propri lati ombra, cioè cosa realmente si vuole modificare.
  • stabilire dei cambiamenti realistici.
  • verificare le risorse a disposizione.

Un individuo che voglia essere più bendisposto al lavoro e cambiare la qualità dei rapporti con i colleghi non potrà mai cambiare se parte dal presupposto che ce l’hanno tutti con lui, per esempio, in quanto si tratta di un pensiero potenzialmente irrazionale. Questo poi, non mette in luce nessun cambiamento che possa essere operato dal soggetto, attribuendo la responsabilità completamente ad altri ed impededendo di focalizzare l’attenzione sulle proprie risorse.

Essere autentici è un atteggiamento vincente? È un percorso che dura tutta la vita, molto duro, ma che  rende liberi dagli altri e più consapevoli dell’immagine positiva e/o negativa che si possa suscitare, con la tranquillità di sapere che non si può piacere a tutti.

 

 

Il cambiamento fa paura

 

 

È inutile mentirsi, il cambiamento ci spaventa, è un momento in cui un equilibrio viene minacciato.
Sebbene un lavoro poco appagante non ci faccia felici è anche vero che si tratta di una “certezza” o presunta tale: sappiamo cosa accadrà nella giornata, cosa ci possiamo o non possiamo aspettare.

Un nuovo lavoro è un’incognita assoluta. Sono tante le variabili che possono incidere su questa decisione.
Eccovi dunque con un nuovo foglio alla mano: tracciate una linea che vada dal numero 1 al numero 10.

In questa scala quanto siete pronti a sacrificare la vostra tranquillità?

Una volta stabilita la misura del vostro impegno ci sono altre due domande a cui rispondere: 

  • Cosa vi ostacola?
  • A chi vi potete rivolgere per aumentare il vostro impegno o di quali strumenti avete bisogno?

 

 

Serve coraggio per l’autenticità

Ed eccoci al momento della decisione. Stabilito il percorso ci vuole coraggio, un piccolo/grande salto nel buio.

Nel momento del salto è saggio affidarsi ad un bastone, a qualcuno che ci appoggi e che sia d’accordo con voi nel pensare che non sia un male cercare una felicità e un benessere superiore!

Ma una volta trovato il coraggio ed effettuato il salto, sappi che dietro l’angolo ti aspettano soltanto grandi regali che sono proprio li ad aspettare te e premiare la tua coraggiosa impresa.

Tutto questo è l’autenticità!

 

“La tua forza è l’autenticità. Non sforzarti di essere ciò che non sei, ma lotta per rimanere ciò che sei. Tu non devi cercare niente, hai già tutto, fidati, devi solo prendere coscienza di te stesso. Credici di più, prova ad avere un po’ di autostima. Non devi cercare un linguaggio nuovo, bensì imparare ad ascoltare quello che già possiedi. Difendi la tua spontaneità e nel frattempo otterrai anche la naturalezza che si acquisisce nel tempo con la fiducia in se stessi. Ricordati che vivere è l’ arte di diventare quello che si è già.”

(Fabio Volo)

 

 

Libri e prodotti consigliati:

 


 


 


Barbara Porro
Latest posts by Barbara Porro (see all)
    Please follow and like us:

    Lascia un commento

    Close












    Se trovi utile il materiale gratuito fornito da Direzione Benessere sostienici – Fai una donazione
    Prodotti BIO per la tua spesa online
    Acquista Online su SorgenteNatura.it



    Macrolibrarsi











    Direzione Benessere utilizza e consiglia SITEGROUND
    Web Hosting


    Archivio Articoli
    Statistiche
    • 123.537 Numero di click
    Close

    Direzione Benessere

    Naturopatia, Suono, Massaggi e Crescita Personale

    @2020 - www.DirezioneBenessere.com di Maurizio Padrin. P. IVA 08085810961 - Tutti i diritti riservati, vietata la riproduzione anche parziale . DirezioneBenessere.Com ha uno scopo informativo e di intrattenimento, non va a sostituire consulenze, diagnosi e trattamenti medici.
    Close
    error

    Ti piace Direzione Benessere? Allora condividilo con chi vuoi... :-) Grazie!