Il potere terapeutico dell’abbraccio

Che cos’è un abbraccio? L’ abbraccio è da sempre un semplice gesto che attraverso lo stringere tra le braccia un’altra persona viene utilizzato per manifestarle tutto il proprio affetto, amore o empatia. È scientificamente dimostrato che l’abbraccio ha un grande potere terapeutico, fa bene alla salute fisica, psichica ed emotiva.

Forse potrebbe risultare scontato il suo potere, ma un gesto così semplice come un abbraccio è uno strumento molto potente per allontanare lo stress, i pensieri e le emozioni negative che si accumulano ogni giorno nell’affrontare il lavoro e le difficolatà della vita quotidiana. Chi di noi non ha mai avuto una giornata difficile e stressante e dopo essere rientrati a casa è bastato un semplice abbraccio (dalla propria famiglia, amica/o o persona amata) per ritornare ad essere sereni e sentirsi bene?

Quali carratteristiche deve avere un abbraccio per essere efficace? Sicuramente deve essere dato con sincerità, deve intercorrere tra due persone che si vogliano bene e dimostrino reciproca fiducia, deve durare almeno 20 secondi.

Ci servono quattro abbracci al giorno per sopravvivere. Otto abbracci per mantenerci in salute. Dodici abbracci per evolvere e crescere, questo è ciò che afferma Virginia Satir, nota psicoterapeuta statunitense.

Un abbraccio vuol dire “Tu non sei una minaccia. Non ho paura di starti così vicino. Posso rilassarmi, sentirmi a casa. Sono protetto, e qualcuno mi comprende”. La tradizione dice che quando abbracciamo qualcuno in modo sincero, guadagniamo un giorno di vita.
(Paulo Coelho)

Cosa accade durante un abbraccio

Un abbraccio spontaneo che viene dato più volte al giorno è dimostrato essere efficace come un potentissimo farmaco; un farmaco naturale che ha realmente effetti terapeutici e lascia una forte sensazione di benessere per corpo, mente e anima.

Quando ci si abbraccia accadono dei veri e propri miracoli; attraverso il cervello vengono rilasciate nel corpo le endorfine (endogene) che hanno un potente effetto terapeutico su tutto il corpo in caso di dolori.  Ad ogni abbraccio le tensioni muscolari diminuiscono e viene rilassata l’intera  muscolatura, le contratture si allentano e addirittura l’intensità dei crampi mestruali (e non solo) può essere notevolmente ridotta. 

Gli effetti benefici dell’abbraccio

Come già detto ogni abbraccio è un toccasana non solo per migliorare il nostro stato fisico e mentale ma anche un ottimo rimedio per curare il cuore. Sono molteplici gli effetti terapeutici di ogni singlo abbraccio che ora vado ad elencare:

  • stimola la produzione di ossitocina, un ormone prodotto dall’ipotalamo e secreto dalla neuroipofisi che riduce il rischio di soffrire di infezioni e contrarre malattie dovute ad un sistema immunitario debilitato e poco efficace. Quando il sistema immunitario è in ottime condizioni, si ha una maggiore produzione di anticorpi (Linfociti B) e quindi l’organismo ha una maggiore capacità di combatteri virus e batteri.
  • un neonato o un un bimbo nato prematuro hanno maggiori possibilità di sopravvivere e un futuro più sereno e felice quando vengono spesso toccati, abbracciati dalla mamma o dalle persone più care. Il tatto è proprio il primo senso a svilupparsi e di conseguenza quello che ha maggiore effetto sul corpo. Secondo uno studio condotto presso l’Emory University, è emerso che i bambini che ricevono maggiori attenzioni e coccole, avranno meno problemi durante la vita e saranno in grado di affrontare più facilmente ansia e stress da adulti;
  • stimolando la produzione di emoglobina che trasporta l’ossigeno ai tessuti, le nostre cellule sono più ossigenate e di conseguenza sono in grado di vivere più a lungo resistendo allo stresso ossidativo;
  • aiuta a ridurre ansia e stress e gioca un ruolo importantissimo nella prevenzione delle malattie. Secondo una ricerca svolta  presso la School of Medicine dell’Università di Miami (Touch Research Institute), è stato stabilito che gli abbracci diminuiscono i sintomi delle malattie autoimmuni e riducono notevolmente il livello di glicemia del sangue nel diabete in fase pediatrica.
  • il cuore essendo un muscolo riceve effetti positivi ad ogni abbraccio; la circolazione migliora, la pressione sanguigna si regolarizza, viene ridotto il cortisolo (ormone dello stress) in circolo, le ferite emotive profonde si rimarginano.
  • gli abbracci, liberando ormoni come la serotonina e la dopamina, diminuiscono l’ansia e riducono i sintomi di stress e depressione. Inoltre, aumentano la fiducia in se stessi e negli altri, favoriscono l’autostima mentre riducono il senso di solitudine e alcuni problemi comportamentali.
  • una ricerca, pubblicata sulla rivista Psychological Science, ha dimostrato che abbracciare o tenere semplicemente per mano una persona, riduce e calma le paure esistenziali. Esprimere le proprie emozioni attraverso il inguaggio del corpo è uno dei fattori chiave per avere buone relazioni personali e rapporti felici. Infatti, una coppia che si abbraccia spesso crea un forte legame emotivo che aumenta la propria autostima e fiducia; è così che ci si sente più sicuri e amati.

Conclusione

Mi auguro che tutte le motivazioni che ho elencato in precedenza siano sufficienti per spingerti ad abbracciare di più, amare e stare meglio con te stesso e con gli altri; qualora tu abbia ricevuto pochi abbracci nella tua vita non attendere che sia il prossimo ad abbracciarti, fai tu il primo passo. Dare per ricevere, questo è il segreto.

Quando non trovi le parole giuste per essere di aiuto ad una persona, basta un piccolo gesto come un abbraccio per comunicargli il tuo affetto, la tua presenza, il tuo supporto, il tuo amore, la tua stima e la tua fiducia. Parla di meno e abbraccia di più!

“L’abbraccio è il linguaggio più alto dell’anima e del corpo.”
(Jacques de Bourbon)

Biografia:

 

  • Selective depression of serum growth hormone during maternal deprivation in rat pups. Science,  Kuhn, C. M., Butler, S. R., & Schanberg, S. M. (1978). https://doi.org/10.1126/science.684424
  • Neonatal deprivation of maternal touch may suppress ornithine decarboxylase via downregulation of the proto-oncogenes c-myc and max. The Journal of Neuroscience : The Official Journal of the Society for Neuroscience. Wang, S., Bartolome, J. V, & Schanberg, S. M. (1996).

 

Libri consigliati:

 

L'Arte dell'Abbraccio
L’importanza di costruire legami

 

I Cinque Abbracci
Una pratica moderna ed efficace per essere liberi e felici

 

Guarire con un Abbraccio
La forza benefica della “Terapia delle Coccole”

Maurizio Padrin
Please follow and like us:

Lascia un commento

Close












Se trovi utile il materiale gratuito fornito da Direzione Benessere sostienici – Fai una donazione
Prodotti BIO per la tua spesa online
Acquista Online su SorgenteNatura.it



Macrolibrarsi











Direzione Benessere utilizza e consiglia SITEGROUND
Web Hosting


Archivio Articoli
Statistiche
  • 123.792 Numero di click
Close

Direzione Benessere

Naturopatia, Suono, Massaggi e Crescita Personale

@2020 - www.DirezioneBenessere.com di Maurizio Padrin. P. IVA 08085810961 - Tutti i diritti riservati, vietata la riproduzione anche parziale . DirezioneBenessere.Com ha uno scopo informativo e di intrattenimento, non va a sostituire consulenze, diagnosi e trattamenti medici.
Close
error

Ti piace Direzione Benessere? Allora condividilo con chi vuoi... :-) Grazie!