Il respiro consapevole

La filosofia indiana riconosce che tutto è energia e denomina “prana” l’energia cosmica, la forza vitale che scorre in ciascun essere umano. Questa energia può essere controllata e migliorata portando maggiore presenza e facendo attenzione al respiro; quando il respiro è lento e profondo ci si sente più energici più calmi e tranquilli, la mente è in pace e si è in grado di cambiare qualsiasi stato d’animo. Il tono, il volume della voce, la velocità in cui vengono emessi i suoni sono tutti in stretta relazione con la funzione respiratoria che non è un semplice atto meccanico, bensì è l’espressione della forza vitale che anima ogni cosa nell’universo.

           “Quando ti alzi al mattino, pensa quale prezioso privilegio è essere vivi: respirare, pensare, provare gioia e amare.”  (Marco Aurelio)

Il respiro consapevole per rimanere nel momento presente

La mente attraverso i pensieri ci può portare in molteplici direzioni anticipando eventi, causando ansia e paure ingiustificate che possono essere controllare tramite il respiro consapevole; un punto saldo per rimanere centrati nel “qui e ora” ovvero il momento presente, l’unico a cui dovremmo aggrapparci senza pensare al passato o proiettarci verso il futuro.

Ponendo maggiore attenzione al respiro, osservando le sue fasi di espansione e svuotamento, è possibile ritrovare un profondo stato di calma e quiete che sono lo stato naturale dell’essere dove mente, corpo e spirito diventano un tutt’uno; così avviene nei bambini dove il respiro è un processo spontaneo e naturale non controllato dalla mente.

Il respiro, un ponte tra corpo e anima

In molte discipline olistiche (tra cui lo yoga) la respirazione è riconosciuta come elemento fondamentale per portare armonia all’intero organismo. È proprio il respiro consapevole a unire corpo e anima,  la terra e il cielo, l’unica fonte vitale e di energia per entrambi.

La respirazione è l’unica funzione vitale dell’organismo a essere allo stesso tempo volontaria e involontaria, un tramite tra sistema nervoso simpatico e parasimpatico, connessione tra conscio e inconscio, razionalità e irrazionalità, veglia e sonno, volontà e spontaneità. È da sempre che la respirazione consapevole è alla base di antichi rituali e pratiche di meditazione e preghiera.

Un semplice esercizio per un respiro consapevole

In passato mi è capitato spesso di sentirmi agitato, in preda all’ansia, assopito da inutili preoccupazioni che erano solo proiezioni della mente. Qual’era la causa di tutto ciò? Un respiro veloce e inconsapevole. Negli anni ho imparato ad accorgermi di quando il respiro diventava accellerato e inconsapevole, innaturale e poco spontaneo. Il trucco per ritornare nel momente presente era un semplice esercizio di respirazione consapevole che mi riportava a contatto con la realtà e con il mio corpo.

Voglio condividere con te questo semplice esercizio che rallenterà il tuo respiro, calmerà la tua mente, ti porterà nel “qui e ora” e ti donerà una sensazione di pace e quiete: trovati un luogo di silenzio e in mezzo alla natura. Inizia a camminare in maniera lenta e ponendo attenzione ad ogni singolo passo. Conta i passi, inspira al primo e al secondo, espira al terzo e al quarto. Continua a camminare ripetendo questo processo senza mai perdere la presenza per tutto il tempo che ritieni necessario senza alcuna fretta.

Può sembrare un esercizio semplice e banale, ma provandolo di persona potrai renderti subito conto della sua efficacia. Inizialmente potrà apparire noioso e ripetitivo, ma non arrenderti e prosegui andando oltre i meccanismi di difesa della mente che ben presto allenteranno la loro morsa.

Il ruolo del diaframma

Nel processo inspiratorio ed espiratorio sono coinvolti ben venti muscoli, tra questi il diaframma riveste il ruolo fondamentale. È un muscolo che dona movimento ed energia durante il processo respiratorio; anche il muscolo ileo-psoas (noto come il muscolo dell’anima) ne è coinvolto e gioca un ruolo importante.

Il diaframma, grazie alla sua forma a cupola, separa e unisce la parte inferiore e superiore del corpo permettendo la connessione tra terra e cielo, mondo materiale e spirituale.

Nell’antichità ed in particolare per i greci, il diaframma veniva identificato con la parola phrenes che significa letteralmente “mente” e giocava un ruolo importante e fondamentale nell’equilibrio tra psiche (mente) e soma (corpo). Anche nello yoga il respiro è una vera e propria scienza nota con il termine pranayama che studia i processi respiratori finalizzati a estendere e controllare l’energia vitale (prana) presente nell’universo e in ciascun individuo.

Diventare consapevoli della qualità del nostro respiro e del suo ritmo rappresenta uno strumento essenziale per essere padroni dei pensieri e delle emozioni; aiuta meglio a comprendere il fluire delle emozioni, senza alcuna forzatura e per essere in grado di controllarle o ignorarle.

Respiro ed emozioni

Il respiro non è sempre regolare perchè influenzato dalle emozioni e dalla mente. È proprio osservando il respiro di una persona che possiamo riconoscere quali stati emotivi stia vivendo e soprattutto identificare quale sia il suo stato di salute attuale. Un respiro lento e profondo caratterizza una persona gioiosa ed in buona salute, viceversa un respiro veloce e affannato è tipico di una persona ansiosa, preoccupata e che non gode di un’ottima salute.

In un corpo teso e contratto il respiro è veloce e inconsapevole. È proprio rallentando il respiro, pondendo maggiore consapevolezza che ogni singolo muscolo si scioglie, il corpo si rilassa e le emozioni fluiscono senza rimanere bloccate nel corpo.

Un respiro regolare e fluido si può percepire come qualcosa che si espande dal centro dell’addome fino a salire al torace, alle clavicole, alle spalle , al collo fino a raggiungere la sommità del capo. Questo processo diventa una pulsazione regolare e ritmica come se fosse il movimento del mare, nella sua essenza la danza dell’universo.

Il respiro è vita

“Ho cominciato la pratica del respiro per riportare la calma, per permettere al corpo e alla coscienza di guarire. Inspirare, espirare, nutrire e abbracciare. Abbracciare il corpo e abbracciare il dolore”
(Thich Nhat Hanh)

Il respiro è il primo atto che avviene quando un bambino nasce ed è l’ultimo quando una persona cessa di esistere nel mondo fisico. Alexander Lowen il padre della bionergetica, ci insegna che nel caso di alcune patologie come la depressione, l’individuo cessa di esistere proprio perchè il respiro non è più un processo naturale e spontaneo compromettendo così i processi di carica e scarica dell’intero organismo. Quando tali processi sono limitati o assenti un corpo diventa inerte e privo di energia, non risponde più agli stimoli e non è più a contatto con la realtà perdendo così la gioia di vivere.

È proprio il respiro la fonte di energia dell’organismo, il carburante che muove tutto; fermati ogni tanto, sii consapevole e ricordati di respirare. Dopo tutto siamo vivi quando respiriamo!

Mi auguro che questo articolo sia stato utile e sia per te fonte di ispirazione.

 

Libri e prodotti consigliati:

 

La Pace è Ogni Respiro
Semplici Esercizi per le nostre Vite Stressate


 

Yoga del Respiro
35 tecniche di respirazione per rigenerarsi, guarire e ritrovare l’armonia

Voto medio su 7 recensioni: Da non perdere


 

Mp3 - La Magia del Respiro Consapevole
12 step verso la felicità

 

Yogi Tea - Piacere del Respiro - Respiraciòn
Biologico eucalipto, basilico, timo

Voto medio su 57 recensioni: Da non perdere


 

Eucalipto Smithii Bio Bio - Olio Essenziale Puro
Antisettico, balsamico, decongestionante, deodorante, antinfiammatorio, espettorante, mucolitico, anticatarrale, tonico e diuretico.

 

Menta Piperita Bio - Olio Essenziale Puro - 10 ml
Mentha x piperita

Voto medio su 16 recensioni: Da non perdere


Maurizio Padrin
Please follow and like us:

Lascia un commento

Close












Se trovi utile il materiale gratuito fornito da Direzione Benessere sostienici – Fai una donazione
Prodotti BIO per la tua spesa online
Acquista Online su SorgenteNatura.it



Macrolibrarsi











Direzione Benessere utilizza e consiglia SITEGROUND
Web Hosting


Archivio Articoli
Statistiche
  • 118.613 Numero di click
Close

Direzione Benessere

Naturopatia, Suono, Massaggi e Crescita Personale

@2020 - www.DirezioneBenessere.com di Maurizio Padrin. P. IVA 08085810961 - Tutti i diritti riservati, vietata la riproduzione anche parziale . DirezioneBenessere.Com ha uno scopo informativo e di intrattenimento, non va a sostituire consulenze, diagnosi e trattamenti medici.
Close
error

Ti piace Direzione Benessere? Allora condividilo con chi vuoi... :-) Grazie!